La più completa disamina sui piani del Cartello della NATO nel discorso pronunciato dal presidente dell’Eritrea nell’incontro con Putin.

Vi propongo quella che ritengo essere in assoluto la disamina più completa e significativa sui piani del Cartello angloamericano in funzione anti cinese e anti russa. Un discorso che ho utilizzato come conclusione del secondo volume della mia inchiesta IL CARTELLO Finanziario . Lo ha pronunciato il presidente dello Stato dell’Eritrea, Isaias Afwerki rivolto a Vladimir Putin durante il secondo Vertice Russia-Africa che si è svolto a San Pietroburgo a fine luglio 2023.

“Io dico che non c’è affatto una guerra tra Russia e Ucraina. Questa è una guerra che è stata dichiarata dalla NATO contro la Russia. La guerra dichiarata dalla NATO alla Russia non è solo contro la Russia; Il suo scopo è dominare il mondo intero. E’ per l’egemonia. Questa è una agenda che hanno sviluppato dopo la fine della guerra fredda. Hanno alimentato questo fantasia di dover contenere la Russia, contenere qualsiasi potenza – piccola o grande – che li sfidi tecnologicamente, economicamente, socialmente, culturalmente. Devono contenere tutti. Questa è un’ideologia defunta. Io dico che la Russia non si è preparata ad affrontare questa guerra dichiarata, anche se era consapevole delle dinamiche di ciò che stava accadendo. La NATO è defunta. La NATO non esiste. La NATO è in terapia intensiva. L’Unione Europea non esiste. L’UE è in terapia intensiva. Trent’anni fa, quando decisero di contenere la Russia, ritenevano che fosse la minaccia più grande per loro. La Cina non era considerata una minaccia in quel momento. Ora sanno di aver mancato il punto. Ora dobbiamo guardare al filo narrativo. Questa non è una guerra tra Russia e Ucraina. Questa è una guerra dichiarata contro la Russia perchè la Russia era una nuova grande minaccia per loro e ora devono sconfiggerla in modo da egemonizzare nuovamente tutto. Non potevano contenere la Russia. Non conterranno mai la Russia. Ed i combattimenti in corso in Ucraina sono il loro campo di battaglia. Per loro l’Ucraina è da sacrificare. Negli ultimi trent’anni ho visto i dettagli del meccanismo di questa guerra dichiarata. Quest’ultimo evento per me è la fase finale. Ma prima o poi finirà. La NATO non uscirà dalla terapia intensiva. L’UE non uscirà dalla terapia intensiva. Questi sistemi si stanno sgretolando. E’ solo questione di tempo. Il mondo intero dovrà essere pronto in modo che questa ideologia egemonica non prevalga in nessun punto della storia.

Come possiamo implementare un nostro piano? Come facciamo a far fallire il loro di piano senza ulteriori costi? Stanno stampando denaro (Putin sorride e annuisce) non stanno producendo proprio nulla, si tratta solo di stampare denaro e questa è una delle loro armi. Viene utilizzato il sistema monetario globale controllato dal dollaro e dall’euro. Sanzionano quello o quell’altro a loro piacimento. Bloccano questo o quell’altro account. Questi sono i loro strumenti. Ma questo non è qualcosa che può continuare all’infinito. Abbiamo bisogno di una nuova architettura finanziaria a livello globale che non sia controllata dall’euro, dal dollaro o da altre valute. A seguito di questo tentativo fallito di contenere la Russia, si sposteranno immediatamente verso Oriente: contenere la Cina è il prossimo punto della loro agenda. Stanno utilizzando una tattica molto ingannevole, dicendo a tutti: “Oh, no, dobbiamo lavorare con la Cina, dobbiamo fare questo e quello insieme”. Il loro calcolo sulla Cina si è rivelato sbagliato. Hanno fallito: probabilmente si sono detti: abbiamo la tecnologia, abbiamo tutto, i cinesi possono solo copiare queste cose, ma non le eguaglieranno mai. Quindi, conterremo la Russia mentre promuoveremo l’amicizia con la Cina continuando ad usarla in modo che il contenimento della Russia sia più facile.

Ora la Cina è fuori di controllo. Come faranno a contenere la Cina da Taiwan, dall’India, dal Giappone, dalle Curili meridionali, dall’Australia? Questa sfida arriverà dopo, ma prima devono affrontare la Russia. Come vogliono trattare con la Russia e poi passare alla Cina? Come possono trattare con tutti? Come ci contengono tutti? Pensate a come l’Eritrea venga contenuta da loro. Siamo continuamente puniti dalle loro sanzioni. Dobbiamo essere puniti perché non ci pieghiamo alle loro condizionalità. Siamo una minaccia molto piccola; Non siamo nemmeno una minaccia per loro. Ma devono contenerci: sanzioni, sanzioni, sanzioni. Un conflitti quì ed un conflitto là. Penso che dobbiamo elaborare una strategia e che la Russia dovrà guidare questa strategia. Dobbiamo guardare tutto questo nel suo contesto storico. Quello che vogliono ottenere è uan continuazione della schiavitù classica. Dopo la schiavitù venne il colonialismo. La schiavitù stava sterminando le popolazioni. Nove milioni di persone sono state sterminate in Congo. Gli indiani sono stati sterminati in Nord America e Canada. Stavano sterminando le popolazioni indigene prendendo il controllo della loro terra. E quando hanno ottenuto il controllo di quella terra hanno dovuto portare schivi dall’Africa per le loro piantagioni di cotone negli Stati Uniti. Quella era la schiavitù ed è continuata. Poi è arrivata l’industrializzazione. Si trattava di accaparrarsi le risorse di altri paesi. Poi è arrivata una forma diversa: il colonialismo. Hanno colonizzato i territori in modo da poter prendere il controllo della terra. Poi c’è stato il neo colonialismo e la guerra fredda.

La Russia era la speranza dei popoli del mondo durante il periodo dell’Unione Sovietica. Sfortunatamente, i leader dell’Unione Sovietica hanno fatto errori che hanno portato al crollo dell’URSS. Ed è stata una tragedia. Una tragedia storica. E’stato uno dei motivi che ha incoraggiato persone come Fukuyama e Huntington a progettare la loro strategia di egemonia. Poiché l’Unione Sovietica è crollata e si è disintegrata, pensavano di poter controllare il mondo per i prossimi 50 o 100 anni senza che nessuno provasse ad opporsi. Fu allora che emerse questa fantasia egemonica. Abbiamo visto cosa hanno fatto negli ultimi 30 anni. È una continuazione della stessa ideologia di schiavitù, colonialismo, neocolonialismo e quindi egemonia globale. Il mondo dovrà superare questo stato di cose. Siamo a un bivio. In transizione verso un nuovo ordine mondiale. Come ne progettiamo uno nuovo? Come rendere consapevoli le persone di tutto il mondo dell’esistenza di questa minaccia? E fargli capire che solo uscendo da questa situazione potranno godere della propria libertà, del loro sviluppo senza questa idea egemonica.

La Russia dovrebbe prendere l’iniziativa a causa di questa sfida che stiamo affrontando. Perché la Russia è stata nuovamente presa di mira. Questa è una sfida globale. E dobbiamo superarla identificando il ruolo di ognuno di noi nell’intera storia. Loro sognano di usare la guerra in Ucraina per indebolire la Russia. Stanno spendendo trilioni e trilioni stampando denaro per gestire lo show in Ucraina. Questo dovrà finire ad un certo punto. Una volta che avremo una strategia, elaboreremo piani dettagliati su ogni singolo settore, per ogni singola industria. Mobiliteremo le risorse per l’attuazione di tali programmi e faremo in modo che la loro attuazione cambierà la vita delle persone in Africa, Asia, America Latina ma anche in Europa e Stati Uniti.”

Approfondimenti nell’inchiesta IL CARTELLO Finanziario

 

Il Cartello Finanziario (Pacchetto: Parte Prima + Parte Seconda)

Sostieni la libera informazione

Non ho editori per non subire censure.
Non ho sponsor per non subire pressioni.
Ma dietro questo Blog c'è un enorme e rischioso lavoro quotidiano.
Se lo ritieni opportuno sostienilo con una donazione.

dona ora
No Comments

Post A Comment