31 Coincidenze sul Coronavirus: Non è un libro di profezie eppure si stanno tutte incredibilmente avverando.

Mi rendo conto che la realtà che emerge dalla mia inchiesta 31 Coincidenze sul Coronavirus e sulla nuova guerra fredda USA/Cina sia difficile da digerire. Pensare che esista una sorta di Deep State che abbia deciso di strumentalizzare il Covid19 usandolo come arma biologica per raggiungere i propri scopi, fa rabbrividire. E’ però evidente che negli Stati Uniti esistano potenti apparati con diramazioni globali, che avrebbero interesse a disarcionare Trump facendogli scoppiare l’economia tra le mani, a ridosso delle nuove elezioni presidenziali e nello stesso tempo mirano ad evitare che la Cina diffonda i propri tentacoli in Europa, soprattutto imponendo le nuove tecnologie di quinta generazione (5G) che gli permetterebbero di mettere le mani sul futuro, non solo delle telecomunicazioni, ma anche dell’intelligenza artificiale in tutte le sue applicazioni, comprese quelle militari e quelle attinenti alla cybersicurezza, il che vorrebbe dire sottrarre all’America la leadership mondiale e al contempo poter spiare l’Europa. Realizzando così il più grande incubo degli americani, soprattutto di quegli apparati più globalisti e guerrafondai i cui obiettivi di leadership erano già stati messi pesantemente in discussione dall’avvento di Trump. E che ora vogliono una “inversione di rotta” come scrivono nei loro stessi report.

Una cosa è indubbia ed è sotto gli occhi di tutti. Questi apparati dello stato profondo, grazie alle conseguenze della pandemia, stanno arrestando certi processi in atto e raggiungendo i propri scopi.

La rielezione di Trump è ora, infatti, messa seriamente in discussione dalle drammatiche conseguenze del prolungato lockdown e dalla crescente diffusione del virus.

La Cina è stata costretta a rallentare la sua corsa alla leadership mondiale.

Gli stati europei stanno rivedendo gli accordi precedentemente presi con il colosso cinese delle telecomunicazioni per sviluppare la propria rete di infrastrutture 5G.

Ma la cosa più assurda, è il fatto che non solo i paesi, ma gli stessi capi di stato e di governo, che avevano in precedenza siglato accordi con i cinesi per il 5G, sono stati personalmente e spesso pesantemente colpiti dal Covid19. Come se questo virus fosse stato usato ad orologeria e mirato a colpire specifici paesi e personaggi per lanciare un chiaro messaggio: gli accordi con la Cina su quelle specifiche tematiche potrebbero essere letali per chi non fa immediatamente dietrofront.

Mi rendo conto che detta in questo modo, risulti una tesi troppo difficile da accettare. Ma se non vogliamo accettarla come certezza, non possiamo esimerci dal rilevare, non solo il numero incredibile di coincidenze riportate nell’inchiesta, ma soprattutto il riscontro che hanno poi avuto nella realtà, quegli strani eventi sincronici raccontati nel libro, a pochi mesi dalla sua pubblicazione.

Il libro è stato rilasciato ad aprile 2020, e dopo 3 mesi, posso già invitare il lettore a fare con me un fast checking sugli scenari descritti nel libro, per capire quale previsione sembra essersi poi puntualmente realizzata.

In “31 Coincidenze”abbiamo visto Boris Johnson aprire le porte ai cinesi di Huawei facendo infuriare l’amministrazione Trump, ma ancor più gli apparati del Deep State.

Abbiamo visto Johnson finire in terapia intensiva a causa del Covid19 e rischiare la vita.

Abbiamo visto il principe Carlo d’Inghilterra risultare positivo al Covid19, per fortuna in forma più lieve, ma questo non vuol dire che il messaggio (qualora ci fosse) non sia comunque arrivato a tutti forte e chiaro:”siamo in grado di colpirvi”.

Abbiamo visto il viceministro inglese (proprio della Salute) risultare positiva al Coronavirus. Altro messaggio che potrebbe essere abbastanza chiaro: “la vostra salute è in pericolo” se non rivedete determinati accordi.

Bene.  Se il Coronavirus si inserisse davvero in un contesto di attacco biologico nella nuova guerra fredda tra Usa/Cina e in quella tra Trump ed i suoi potenti e guerrafondai apparati interni, e se ciò che ho rilevato a pag 123 e 124 (foto in alto) della mia inchiesta fosse quanto meno plausibile, avremmo dovuto poi immaginare un dietrofront di Boris Johnson sulla scelta di adottare il 5G del colosso cinese.                                                                                           

Ed è esattamente ciò che poi è accaduto. Si tratta solo della 32esima coincidenza ?


Se ciò che racconto a pag 168 (foto in basso) sui tentativi di colpire Bolsonaro e la sua delegazione, fosse quantomeno plausibile, avremmo dovuto poi vedere Bolsonaro positivo al Covid 19.

Ed è esattamente ciò che poi è accaduto.

Se ciò che racconto a pag. 245 – sulle gravi motivazioni che avevano spinto Trump a sospendere i fondi all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)- fosse quantomeno plausibile, avremmo poi dovuto vedere Trump uscire definitivamente dall’OMS.

Come ha poi realmente comunicato.

Se davvero ci fosse una correlazione tra i capi di Stato e di Governo risultati positivi al Covid19 e quelli che hanno deciso di lasciare la porta aperta al 5G cinese (nonostante alcuni fossero alleati di Trump) come abbiamo visto accadere con Boris Johnson, con il principe Carlo d’Inghilterra (pag 124) e con Bolsonaro in Brasile, allora la stessa cosa sarebbe dovuta accadere nel Principato di Monaco dopo gli accordi con i cinesi per il 5G.

Ed è esattamente ciò che è accaduto. Positivi sia il Ministro di Stato che il principe di Monaco. Proprio come in Inghilterra. Possibile? Calcolo delle probabilità che ciò potesse accadere per caso ? (Foto in basso tratta da pag 126).

Ma anche con i vertici del governo iraniano(foto in basso tratta da pag 135) che aveva chiuso accordi con il colosso cinese delle telecomunicazioni causando addirittura l’arresto della figlia del fondatore di Huawei da parte degli americani.

 

Ma come accaduto anche con la presidente della Camera di Matosinhos, ossia l’unica regione tra quelle portoghesi che aveva ufficializzato gli accordi per il 5G cinese (foto in basso tratta da pag 129)

Se tutto questo fosse plausibile, allora la stessa sorte sarebbe dovuta toccare alla presidentessa della Bolivia dopo aver accettato anch’essa di aprire le porte delle reti 5G ai cinesi (foto in basso).

Ed è esattamente quello che poi è accaduto a luglio 2020 (foto in basso).


Verba Volant, scripta manent. Avevo già scritto tutto.

Se tutto quello che riporto avesse riscontro nella realtà dei fatti allora il presidente della Bielorussia avrebbe dovuto ricevere anche lui un avvertimento in tal senso dopo aver denunciato l’operato del FMI in relazione alla sua scelta di impedire il lockdown.

Come poi è realmente accaduto.

Non pensate anche voi che sia quantomeno improbabile che un virus, che ha colpito soltanto uno zero virgola della popolazione mondiale, anche nei paesi più colpiti, abbia potuto colpire così tanti capi di stato e di governo, che guarda caso, erano tutti finiti nel mirino dello stato profondo americano?
Ai posteri l’ardua sentenza. Ma prepariamoci all’evenienza che questo virus venga oggi utilizzato come arma biologica per scopi politici, esattamente come avevano previsto certi apparati americani e come avevano messo nero su bianco in documenti ufficiali riportati nel libro “31 Coincidenze sul Coronavirus”.

Intanto anche la Tim italiana (paese tra i più colpiti dal Covid 19) sembra abbia deciso, dopo la pandemia, di fare dietrofront lasciando fuori la compagnia cinese per le reti di quinta generazione.


Come mai stanno tornando tutti indietro?

Qualcuno potrebbe obiettare: perché colpire tutti questi capi di Stato e di governo in maniera non letale?
Rispondo ricordandomi di quando mi occupavo di cronache di camorra e mi trovavo a scrivere di saracinesche ed auto crivellate di colpi di pistola. Non c’erano né morti né feriti.
Ma c’era sempre qualcuno che aveva capito il messaggio. E quello era l’obiettivo di chi premeva il grilletto.
Chiedetevi cosa abbiano firmato coloro che sono rimasti colpiti dal Covid. Cercatelo da fonti ufficiali. Poi andate a vedere da quali accordi hanno scelto di retrocedere una volta usciti dalla quarantena o dalla terapia intensiva. La chiave di quello che sta accadendo nel mondo, a mio parere, è tutta lì.
Il messaggio è chiaro. Qualcuno ha fatto sapere a qualcun’altro: “Possiamo colpirvi. Uno ad uno.”
Complottismo? Ammetto che potrebbe semplicemente trattarsi di coincidenze. Ad oggi già arrivate a 35.

E perché il libro 31 Coincidenze sul Coronavirus e sulla nuova guerra fredda USA/Cina è stato bloccato sulle grandi piattaforme web di vendita, come la Kindle di Amazon?

E’ una coincidenza anche questa ?

Francesco Amodeo