Caitlin Johnsone – Non c’è possibilità di sovranità finché esisterà l’impero statunitense

Non si possono separare i programmi di sovranità e autodeterminazione dalla massiccia struttura di potere globale che li sostiene per i propri interessi.

Bisogna essere realisti su questo punto.

Non si può separare l’agenda della sovranità nazionale e dell’autodeterminazione del popolo ebraico dall’agenda dell’impero centralizzato statunitense per dominare e destabilizzare il Medio Oriente. Bisogna essere consapevoli del fatto che questi programmi sono indissolubilmente intrecciati e che il fatto che Israele sia una parte permanente della struttura di potere statunitense non significa in realtà indipendenza e autodeterminazione. E bisogna rispondere a questa realtà di conseguenza.

Non si può separare l’agenda della sovranità nazionale e dell’autodeterminazione degli ucraini dall’agenda dell’impero centralizzato statunitense di indebolire la Russia e assorbirla nella struttura di potere imperiale. Bisogna essere realisti sul fatto che questi programmi sono intrecciati e che l’impero vuole effettivamente dominare l’Ucraina per sé. Non si può semplicemente allontanarsi psicologicamente da questa realtà per dare un senso alla propria visione infantile dei buoni e dei cattivi di questo conflitto.

Non si può separare l’agenda della sovranità nazionale e dell’autodeterminazione di Taiwan dall’agenda dell’impero centralizzato statunitense di indebolire, balcanizzare e sottomettere la Cina. Bisogna essere realisti sul fatto che i potenti che sostengono di volere l'”indipendenza” di Taiwan vogliono in realtà uno Stato vassallo al largo delle coste della Cina continentale, da cui Pechino possa essere minata e accerchiata, e che le tattiche del salame a cui stiamo assistendo per attirare Taiwan nella struttura di potere occidentale sono indissolubilmente intrecciate con la difesa di una Taiwan indipendente.

Non si può separare l’agenda della sovranità nazionale e dell’autodeterminazione dei curdi dall’agenda dell’impero centralizzato statunitense di balcanizzare, cambiare regime e assorbire la Siria. Bisogna essere realisti sul fatto che questa agenda imperiale è indissolubilmente intrecciata con l’agenda per la creazione dell'”Amministrazione autonoma della Siria settentrionale e orientale”, nota come Rojava, che viene staccata dalla Siria a costi immensi per Damasco con la diretta facilitazione della macchina da guerra statunitense. Non si può far finta che questo non stia accadendo e comportarsi come se ci fosse una sorta di movimento anarchico organico che è in qualche modo separabile da queste agende.

Se desiderate la sovranità e l’autodeterminazione di qualsiasi gruppo di persone, il vostro primo e principale compito è quello di cercare di smantellare l’impero centralizzato degli Stati Uniti, perché è la struttura di potere che sta facendo di più in tutto il mondo per minare questa possibilità. Finché una popolazione è in qualche modo intrecciata con i programmi di un impero che domina il mondo e che fa di tutto per portare tutti sotto il suo controllo, non c’è alcuna possibilità per quella popolazione di ottenere una vera autodeterminazione. Se rimangono allineati a questi programmi, possono solo sperare di essere sudditi dell’impero.

Chiunque si rifiuti di essere reale su questo fatto sta agendo al servizio dell’impero, sia consapevolmente che inconsapevolmente. O agisce consapevolmente per facilitare gli interessi dell’impero e dei suoi dirigenti, o evita di affrontare la scomoda realtà della situazione per avere una visione del mondo più semplice e facile da digerire.

Una parte della maturità consiste nell’instaurare un rapporto basato sui fatti con la realtà del nostro mondo. Nella misura in cui non riuscite a essere realistici riguardo ai fatti della nostra situazione, la vostra visione del mondo è basata sulla menzogna.

di Caitlin Johnsone

Fonte: L’AntiDiplomatico

———————————–

Unisciti a NOI 

Tesseramento/Circoli

Sostieni la libera informazione

Non ho editori per non subire censure.
Non ho sponsor per non subire pressioni.
Ma dietro questo Blog c'è un enorme e rischioso lavoro quotidiano.
Se lo ritieni opportuno sostienilo con una donazione.

dona ora
No Comments

Post A Comment