Fuori Dalla Matrix.Puntata 8. Gli estremisti al governo in Israele ed il casus belli che aspettavano per distruggere Gaza.

Netanyahu pur di raggiungere la maggioranza di governo e provare a portare avanti un vero e proprio golpe giudiziario, ha portato al governo dei pericolosi estremisti provenienti da organizzazioni definite terroristiche. Dell’attuale ministro per la sicurezza nazionale Ben-Gvir, Repubblica scriveva: “Il superministro dell’estrema destra: dalle 50 accuse per sedizione alla politica della tolleranza zero”. “Ben-Gvir è un estremista dalle posizioni che somigliano pericolosamente dal fronte opposto a quelle portate avanti dai terroristi di Hamas” scriveva l’Unità. In pratica uno degli attuali ministri israeliani veniva paragonato ai terroristi di Hamas.
Ma non è Ben-Gvir l’unico folle al governo in Israele, ne abbiamo altri come ministri.
C’è anche Smotrich, il ministro delle finanze secondo cui il popolo palestinese è soltanto una finzione, non esiste.
Smotrich è colui che da ministro invitava a radere al suolo i villaggi palestinesi.
Così come Eliyahu il ministro della cultura che vorrebbe cancellare la Palestina e annettere la Cisgiordania.
Balzato alla cronaca anche in Italia per aver parlato di bomba atomica su Gaza. Non solo ha fatto capire che questi personaggi sarebbero disposti a tutto, anche ad una bomba atomica, a cancellare un intero popolo, perché quello è il loro obiettivo.
C’è un articolo del famoso giornale israeliano Haaretz, che chiama Netanyahu “il signor terrorismo ebraico” e che soltanto tre giorni prima degli attacchi scriveva: “Il neofascismo israeliano minaccia allo stesso modo israeliani e palestinesi”.

 

Il Cartello Finanziario (Pacchetto: Parte Prima + Parte Seconda)

Sostieni la libera informazione

Non ho editori per non subire censure.
Non ho sponsor per non subire pressioni.
Ma dietro questo Blog c'è un enorme e rischioso lavoro quotidiano.
Se lo ritieni opportuno sostienilo con una donazione.

dona ora
No Comments

Post A Comment