La Meloni elenca i drammi economici dell’Italia ma dimentica che sono il frutto dell’adesione all’Eurozona.

Nel suo discorso di insediamento come presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha elencato i drammi economici che l’Italia sta vivendo e quelli che ha vissuto negli ultimi dieci anni, omettendo di dire che la maggior parte di essi sono il frutto dell’adesione dell’Italia all’Eurozona.

Pare che la neo premier non abbia evidenziato le distorsioni delle politiche europee ai danni dell’Italia, neanche durante l’incontro avuto con il presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen. Un colloquio all’insegna della sintonia e dei toni morbidi che mai ci saremmo aspettati da chi si professava sovranista e in difesa degli interessi nazionali contro quelle che definiva le oligarchie europee.

«L’Italia vuole partecipare, collaborare, difendere il proprio interesse nazionale all’interno della dimensione europea», dice la presidente nei quattro minuti, senza domande, dedicati ai cronisti. «Non siamo dei marziani, ma persone in carne ed ossa che spiegano le loro ragioni».

E infatti la trasferta belga si è svolta all’insegna della concordia, della disponibilità e della collaborazione.

Speriamo che questo atteggiamento cambi davanti alle future chiusure delle istituzioni europee nei confronti delle esigenze del nostro paese.

Guarda il video con le frasi della Meloni da me commentate.

 

La Matrix Europea (Ed. 2019)