Vi spiego perché gli agricoltori sono stati respinti a Bruxelles con il filo spinato e con la forza.

Gli agricoltori sono stati accolti a Bruxelles con le recinzioni di filo spinato ed i poliziotti in tenuta antisommossa. Ora qualcuno si chiederà: Perchè i membri di quelle che dovrebbero essere istituzioni democratiche non hanno invece pensato di accogliere una delegazione di agricoltori per ascoltare le loro istanze e provare a trovare delle soluzioni?

Molto semplice: perché da quelle istituzioni non potrà arrivare mai alcuna soluzione per loro. Le direttive europee andranno imposte con la forza, quindi meglio chiarirlo subito. Sta emergendo in tutta la sua prepotenza il corto circuito che riguarda le istituzioni europee che da una parte dovrebbero fare gli interessi dei popoli e degli stati ma dall’altro quelle stesse istituzioni sono rette da multinazionali e lobby che hanno interessi diametralmente opposti a quelli degli agricoltori in questo caso e degli stati. Quindi non c’è accordo possibile.

Ed a Bruxelles lo sanno bene. Ecco perché preparano le barricate invece di accogliere le delegazioni di chi protesta per salvare la propria azienda ed il proprio comparto. Quello che dovremmo capire tutti è che questa non è una battaglia che riguarda i soli agricoltori. Perchè quello che producono loro arriva sulle tavole di tutti gli italiani. Ed anche perché la filiera dell’agricoltura si porta appresso quasi tutto il paese. Dobbiamo quindi sentirci tutti agricoltori difronte all’arroganza di multinazionali come la Monsanto che vogliono mettere le mani sui nostri terreni agricoli  o quelle che vogliono imporre la propria carne artificiale e sostituire il nostro grano con farine di insetti. Multinazionali che hanno un potere enorme nelle istituzioni europee e che scrivono le direttive europee che verranno poi imposte agli stati. Se oggi andate a Bruxelles, vedrete, come ogni giorno, centinaia di lobbisti esibire un tesserino ed entrare nelle sedi istituzionali, quelle stesse sedi i cui ingressi agli agricoltori sono sbarrati con il filo spinato. Questa è l’unione europea . Questo è il corto circuito che contraddistingue le istituzioni europee e che  finalmente sta emergendo. Ma dobbiamo dare una risposta unitaria. Oggi siamo tutti agricoltori.

 

Francesco Amodeo

Sostieni la libera informazione

Non ho editori per non subire censure.
Non ho sponsor per non subire pressioni.
Ma dietro questo Blog c'è un enorme e rischioso lavoro quotidiano.
Se lo ritieni opportuno sostienilo con una donazione.

dona ora
No Comments

Post A Comment